2a prova FVG O-Tour

2a prova FVG O-Tour

Si è svolta ieri a Prosecco-Santa Croce la seconda prova del FVG O-Tour, il circuito di gare promozionali organizzate dal Comitato Regionale.
Il nostro Gruppo, in collaborazione con l’Orienteering Trieste, si è ben distinto nell’organizzazione della gara, che in fin dei conti non ha presentato problemi di nessun tipo.
Del nostro gruppo da segnalare i podi ottenuti dal giovane Sebastian Garbassi, terzo classificato nel percorso bianco e il secondo posto di Stefano Pasquini nel percorso giallo. Quarto posto nel Rosso per Stefano Sossi, che per soli venti secondi non è riuscito a salire sul podio.
Di seguito la cronachina che la nostra Lucia ha voluto scrivere per l’occasione, correlata di alcune fotografie. Tutte le informazioni sulla gara sono comunque presenti nella pagina appositamente dedicata alla gara.

Dopo la giornata quasi primaverile di domenica scorsa le previsioni per questo fine settimana sono decisamente negative: si attendono freddo pioggia bora e addirittura neve!
Per fortuna saremo al calduccio all’Ostello Scout di Prosecco, quindi noi staremo bene, ma chissà gli atleti…
Infatti, venerdì inizia a soffiare la bora e cadere pioggia, che sabato si trasformano in una bufera che imbianca il Carso.
Sara ci rassicura nel primo pomeriggio: a S. Croce non c’è neve e quasi non si sente la bora, e per domani sono previsti miglioramenti. Siamo fortunati!
E così è stato: stamattina non un filo di vento, il cielo quasi sgombro di nubi ci fa presagire una bella giornata.
La location (ormai si dice così) è comodissima: una grande stanza per la segreteria, un bel portico che useremo per le premiazioni e una cucina fornita di tutto (meno lo zucchero per il caffè, mannaggia!); nel pomeriggio è previsto un allenamento per i ragazzi e Clizia & Co. hanno organizzato la più classica e gradita ‘pasta al ragù’. Un vero must nei ritrovi convivial-sportivi. Invece Donatella ha preparato una sontuosa torta ai pinoli, che ha incontrato il gradimento di tutti nonostante l’aspetto un po’ troppo abbronzato.
I malanni di stagione hanno eliminato alcuni degli iscritti ma il bel tempo ha invitato altri a raggiungerci, perciò saranno circa 130 a correre sui tracciati di Sara. Oltretutto, fa da stimolo la formula di O-TOUR che premia la continuità nella partecipazione alle gare.
Visto il periodo, nelle riunioni pre-gara uno dei punti discussi ed approvati è stato quello di accogliere i partecipanti con qualcosa di carnevalesco addosso, e gli organizzatori si sono presentati con parrucche o copricapo colorati (quasi tutti).
La giornata si mette decisamente al bello, fa relativamente caldo anche per chi corre, così ci si organizza con un servizio di raccolta e riconsegna di abbigliamento tra partenza e arrivo (di solito in queste occasioni avanza sempre qualcosa, stavolta tutti i pezzi hanno ritrovato il proprietario).
Per un breve periodo faccio compagnia a Donatella in arrivo e abbiamo modo di constatare la soddisfazione di tutti (quasi…) “bella giornata, bei percorsi!”: è una ricompensa per il lavoro svolto da ciascuno!
Arrivati tutti? No, una ragazza di Mark ci sta mettendo un po’ troppo a completare il suo Giallo e lui, pur sorridendo, sembra un po’ preoccupato: per poco!, stanca e accaldata ecco infine arrivare anche Ayalew.
Tutto pronto per le premiazioni e per l’occasione le tre Presidenti si presentano in versione colorata; nelle categorie Bianco e Giallo sono previsti premi anche per i bambini sotto i 13 anni, indipendentemente dalla loro posizione in classifica: una piccola soddisfazione in più, piace a tutti essere premiati! I più piccoli oggi sono stati Margherita Mancini, Simone Hrusvar e Eva Onofrio, nati nel 2017!
In un giusto crescendo di allegria si passa dal Bianco femmine-maschi al Giallo, dal Rosso al… oh!, caspita! Probabilmente l’atmosfera gioiosa fa si che il vincitore del Rosso, sicuramente con l’idea di fare una spiritosissima battuta scherzosa, se ne esce con “non mi faccio premiare da un pagliaccio!” e strappa la medaglia al Presidente: probabilmente la sua espressione seria non fa capire che il tutto voleva essere una gag divertente, peccato!. Momenti di smarrimento e stupore, poi prevale l’idea dell’eccesso di entusiasmo che, come un buon vino, fa perdere discernimento ed educazione.
Passato l’attimo di sconforto si conclude con il Nero, e poi via tutti! Quasi… il folto gruppo di ragazzi affamati in attesa dell’allenamento fa ordinatamente la coda per ritirare la pasta-al-ragù-del-Presidente e poi, divisi a gruppetti, se ne vanno con le proprie mappe in cerca di nuove lanternine numerate.
Lavorando un po’ tutti l’impegno diventa lieve: oggi eravamo in tanti a organizzare e preparare, pulire e sistemare, ognuno con il suo compito e pronto a dare una mano agli altri. Così mi piace.
Sono le 15 passate quando mi avvio verso casa, e poco prima di arrivare ecco il consueto, atteso saluto della primavera: un mandorlo in fiore si staglia nel cielo azzurro.
Dal punto di vista agonistico, anche oggi i risultati sono stati buonissimi: è salito sul podio Stefano Pasquini (ha perso il primo posto nel Giallo per 19 secondi) mentre Stefano Sossi è arrivato quarto nel Rosso per soli 21 secondi.
Prossima tappa: Aviano!
Davvero peccato per quella battuta …. che non siamo stati in grado di apprezzare nel suo grandioso seppur sottile umorismo!
Vengo alla parte più tecnica della giornata: le classifiche, che nel complesso del nuovo O-TOUR sono quanto mai importanti.

Percorso Bianco: femminile prima classificata Nizzy Boncina (Azimut), seconda Fiorella Oleotto (Friuli MTB) e terza Michela Dini (Punto K); maschile: Gabriele Giudici (Or. TS), Simone Hrusvar (Punto K) e Sebastian Garbassi (CAI XXX Ottobre).
Percorso Giallo: nel femminile prima Lisa Rivetta (SEMIPERDO), seconda Natasa Pertovic (Magic Map, società della Serbia), terza Donatella David (Or. DOLOMITI); maschile primo Walter Mazzucco (Or. DOLOMITI), secondo Stefano Pasquini (CAI XXX Ottobre) e terzo Elia Oleotto (Friuli MTB). Bel risultato complessivo per i ragazzi Oleotto!
Percorso Rosso: per le donne prima Luna Henry (GAJA), seconda Serena Zacchigna (Or. TS) e terza Nastja Ferluga (GAJA); per gli uomini primo Fulvio Pacor (GAJA), secondo Flavio Mattioni (SEMIPERDO) e terzo Jozef Pelessoni.
Percorso Nero: per le donne primo posto per Clizia Zambiasi (SEMIPERDO), secondo per Chiara Dalla Santa (PAVIONE) e terzo per Chiara Sepin (GAJA); per gli uomini si è piazzato al primo posto Serhiy Mukhidinov (Friuli MTB), al secondo Alessandro Pacasso (Friuli MTB) e terzo Mauro Sergas (Punto K).

Comments are closed.
oil paintings oil paintings for sale oil paintings reproductions oil paintings oil paintings for sale oil paintings reproductions oil paintings oil paintings for sale oil paintings reproductions oil paintings oil paintings for sale oil paintings reproductions doudoune moncler pas cher doudoune moncler pas cher doudoune moncler pas cher doudoune moncler pas cher doudoune moncler pas cher doudoune moncler pas cher piumini moncler outlet piumini moncler outlet piumini moncler outlet piumini moncler outlet piumini moncler outlet piumini moncler outlet piumini moncler outlet piumini moncler outlet piumini moncler outlet parajumpers pas cher parajumpers pas cher parajumpers pas cher parajumpers pas cher parajumpers pas cher parajumpers pas cher golden goose outlet golden goose outlet golden goose outlet golden goose outlet golden goose outlet golden goose outlet cheap nfl jerseys supreme outlet Oil Paintings great big canvas pop canvas art canvas art